Dental Laser 4x4: laser odontoiatrico dentale

Dental Laser 4x4: laser odontoiatrico dentale

Dental Laser 4x4: laser odontoiatrico dentale
plus
Laser Dentale 4x4

Un sistema combinato per la fotoablazione, la teoria fotodinamica, la fotoinduzione e la fotodiagnostica.

plus
4 funzioni sinergiche

Biostimolazione tissutale, ablazione selettiva dei tessuti infiammati, azione antibatterica e antiinfiammatoria.

Sceglilo perché
Il Laser Dentale 4x4 è un sistema combinato per trattamenti fotodinamici, di fotoablazione, di fotoinduzione e fotodiagnostica.
Il Laser 4x4 combina 4 funzioni sinergiche con lo scopo di trattare la malattia parodontale, la peri-implanite, le loro complicazioni a altre infezioni del cavo orale. E’ anche efficace nella prevenzione delle relative complicazioni cardiovascolari.
La macchina è la prima ad avere tutte le potenzialità della “luce laser” incorporate: biostimolazione tissutale, ablazione selettiva dei tessuti infiammati, azione antibatterica e antiinfiammatoria combinate con la capacità diagnostica di rilevare l’efficacia del trattamento.
L’importanza di questo trattamento non riguarda solo la cura di patologie odontoiatriche; risolvendo efficacemente la malattia paradontale esso evita anche l’insorgere di molte gravi altre patologie, ad essa connesse. Infatti il trattamento con il Laser 4x4 può essere efficace nel risolvere patologie attualmente curate con antibiotici e può ridurre l’uso di questi medicinali per prevenire lo sviluppo di batteri resistenti agli stessi antibiotici.

Features e funzionamento
Il Laser Dentale 4x4 utilizza un diodo laser con una lunghezza d'onda di  810nm, che può operare in modalità foto-ablativa, convogliando elevate quantità di energia sui sostrati irradiati, provocandone la vaporizzazione, e una sorgente luminosa di 635nm per la foto-stimolazione foto-dinamica e tissutale.
L’apparecchiatura è dotata anche di un LED a 405 nm in grado di riconoscere sostanze fluorescenti che possono derivare  da batteri, questa capacità rende il Laser 4x4 uno strumento anche diagnostico. La luce viola infatti stimola una naturale bio-fluorescenza gialla dei tessuti nelle aree trattate col laser che può essere osservata con filtri colorati. Questo fenomeno ottico permette un chiaro riconoscimento dei confini tra l’area trattata e il tessuto epiteliale. La funzione diagnostica è completata da una termo camera e un sensore di calore.



CONSULTA IL SITO DEDICATO PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Potrebbe interessarti anche...