Un passepartout di colori per vestire cool

giovedì 23 maggio 2013 Lifestyle

Il protrarsi delle ore di luce, l'aria primaverile che riscalda pensieri e inebria con profumi e fragranze floreali si rispecchia anche nella voglia di vestirsi di nuova luce.
mesi di primavera sono quelli che vedono il declino delle nuances tipiche delle stagioni più fredde: quella palette di colori che va dal nero al marrone, passando per spenti grigi, opache sfumature color cammello. È tempo di esplosioni cromatiche.

Il protrarsi delle ore di luce, l'aria primaverile che riscalda pensieri e inebria con profumi e fragranze floreali si rispecchia anche nella voglia di vestirsi di nuova luce.
I mesi di primavera sono quelli che vedono il declino delle nuances tipiche delle stagioni più fredde: quella palette di colori che va dal nero al marrone, passando per spenti grigi, opache sfumature color cammello. È tempo di esplosioni cromatiche.

Quali sono i colori e i trend di questa primavera/estate 2013?
Come ogni anno le anteprime e le tendenze solcano le passerelle con qualche mese di anticipo. Ma a decretare colori e must dell'estate è da sempre la nota azienda Pantone che redige report dedicati e improntati unicamente alla scoperta del colore che verrà.
Quest'anno è la rivincita del verde, da preferire per capi e accessori dagli evidenti richiami vegetali. Si può scegliere tra il Tender Shoots, un giallo-verde vibrante e acceso, il Grayed Jade, timido verde con un tocco di grigio e il sofisticato ed intenso Emerald che, come il nome stesso suggerisce si accende in tonalità smeraldo squillanti. Toni decisi per vestiti leggeri e morbidi, che scivolano delicatamente sul corpo.
Per quanti non volessero indossare un colore abbastanza difficile da portare, questa primavera sarà carica anche di African Violet, un viola tenue, pastello e cipriato, ideale connubio per vestiti lunghi. In prima linea anche il Poppy Red, un rosso scarlatto e intenso.
Gli amanti della discrezione possono fare affidamento sul Monaco Blue, un blu intenso ispirato alla fotografia in bianco e nero e al classicismo fuori da ogni coordinata temporale.

Cosa dire invece di texture e grafiche tessili?
Primavera e mesi estivi vedono il trionfo di pantaloni, camicie e foulard che sembrano quadri di Mondrian; colori forti e geometricità.
Non mancano tocchi barocchi e particolari in pizzo, simbolo privilegiato di femminilità.
Fantasie floreali in stile Maria Antonietta o animalier, a richiamare gli anno '70, sono altrettanto in voga. Questo 2013 vede poi il ritorno delle righe, da sfoderare su top, leggings e canottiere.