Perché non dimagrisco? 6 risposte per fugare ogni dubbio

lunedì 29 giugno 2015 Lifestyle

Quando ci mettiamo a dieta, il primo errore che facciamo è abbondare ogni proposito a causa della mancanza di risultati significativi. Tendiamo a scoraggiarci perché, nonostante gli sforzi fatti, non riusciamo ad ottenere l’obiettivo che ci eravamo prefissati.

Quando ci mettiamo a dieta, il primo errore che facciamo è abbondare ogni proposito a causa della mancanza di risultati significativi. Tendiamo a scoraggiarci perché, nonostante gli sforzi fatti, non riusciamo ad ottenere l’obiettivo che ci eravamo prefissati. Con ogni probabilità le nostre energie e la fatica fatta, sono mal riposte: probabilmente stiamo sbagliando qualcosa. In primis va detto che, se abbiamo introdotto attività fisica in uno stile di vita sedentario, c’è il rischio che la bilancia non sia dalla nostra: fare sport implica un aumento della muscolatura e, qualora il grasso non dovesse diminuire in egual misura, prendiamo chili.
Altra spiegazione plausibile potrebbe invece essere un errore di calcolo delle calorie giornaliere. Occorre tararsi su un fabbisogno giornaliero di circa 1.500 kcal. Si tratta di un dato orientativo, ma se continuiamo a non perdere peso una strada da percorrere è appunto quella di diminuire le calorie, scendendo a 1.400 o 1.450.

Esistono poi una manciata di suggerimenti e buone abitudini da non trascurare.
1. Attenzione a non reintrodurre le calorie bruciate durante lo sport

Si sa, fare sport significa anche bruciare calorie. Ma sono molte le persone che, forti dell’attività appena compiuta, decidono di mangiare quanto vogliono, correndo il rischio di annullare a tutti gli effetti quanto fatto.
2. L’importanza del riposo
Dormire è importante perché il sonno aumenta la nostra resistenza, le prestazioni del nostro corpo, impedendo al metabolismo di rallentare.
3. Il problema può non essere solo il cibo
Quando ci si mette a dieta, ci si focalizza molto sull’alimentazione. Non dimentichiamo, però, che anche alcolici e bevande caloriche svolgono un ruolo tutt’altro che secondario. Limitiamo pertanto succhi, frullati, e ogni piacevole tentazione.
4. Mangiare troppo poco non è la soluzione
Una dieta troppo restrittiva può ostacolare la perdita di peso: se mangiamo troppo poco, consumiamo meno e rischiamo di rallentare il nostro metabolismo.
5. Non perdere la costanza
È importante consumare sempre la stessa quantità di cibo. La stessa perseveranza va poi messa nell’attività fisica.
6. Scegliere l’attività fisica più adatta
Certo, svolgere un’attività fisica regolare è fondamentale per il nostro benessere psicofisico. Ma quando si tratta di esercizio finalizzato al dimagrimento occorre saper cosa fare per bruciare grassi. Gli sport da preferire sono le attività aerobiche, come la camminata, la corsa, il ciclismo, il nuoto a bassa intensità, lo sci di fondo, la cyclette e il tapis roulant.

E se neanche questo dovesse bastare, perché non prendere in considerazione il body contouring, la ristrutturazione del contorno corporale? Gli apparecchi progettati e messi a punto da General Project sono sicuri, invasivi e sfruttano le ultime tecnologie per tonificare i muscoli e combattere la cellulite. Med2 Contour Dual è l’innovativo macchinario di General Project che sfrutta la potenza degli ultrasuoni per concentrarsi nelle zone problematiche, le porzioni di tessuto che presentano l’effetto a buccia d’arancia o un accumulo di grasso. Gli ultrasuoni agiscono riducendo, sin dalla prima applicazione, il volume della zona trattata. Meno cm da subito, ma al contempo pelle tonica ed elastica!