Lista della spesa dopo le feste

venerdì 23 gennaio 2015 Lifestyle

I dati raccolti da Coldiretti ci informano che le feste natalizie ci sono costate fino a 2 chili in più di peso.

I panettoni e i pandori consumati sfiorano i cento milioni di kg, mentre le bollicine raggiungono i cinquanta milioni di bottiglie di spumante. Anche i carboidrati vantano un primato importante: parliamo infatti di oltre 20.000 tonnellate di pasta asciutta. Cosa dire poi di insaccati e carni? Raggiungono quota 6,5 milioni di kg i cotechini, le carni e gli zamponi ingeriti dagli italiani. A peggiorare la situazione contribuiscono poi le ore trascorse a tavola, a discapito del movimento fisico. Un quadro, questo, ben poco felice per il benessere e la salute di buona parte degli abitanti dello stivale. Ecco perché il nuovo anno si tramuta per molti in un tour de force serrato per tornare in forma e disintossicarsi.
Ma da dove partire? Come sempre, dall’acqua.

Ogni dieta che si rispetti, ha infatti un suo fondamentale step preliminare che coincide con una corretta e piena idratazione. Un corpo depurato ha molte più chances di rispondere con risultati fortunati a una dieta ipocalorica. E l’acqua, sotto questo punto di vista, è una risorsa fondamentale, perché ci aiuta a eliminare sostanze nocive, scorie e minerali inorganici, trasformando gli alimenti in ossigeno e in energia. Il consiglio è di consumarne almeno 1,5/2 lt al giorno, da integrare, possibilmente con due bicchieri di acqua calda a digiuno, utilissimi per eliminare le tossine.

Ma cosa mettere nel carrello della spesa?
I consigli dei dietologi si concentrano su cibi leggeri. Preparatevi dunque ad attingere a piene mani dal ricco paniere ortofrutticolo che la stagione offre.
Per quanto riguarda la verdura, i magnifici 8 da preferire sono:

  • spinaci e cicoria che contengono acido folico e vitamine B, essenziali nella formazione dei globuli rossi e per l’azione sul midollo osseo;
  • radicchio: contiene antiossidanti e, grazie all’elevata concentrazione di acqua, ha molte proprietà depurative;
  • zucche e zucchine: entrambe poverissime di calorie, eppur ricche nel gusto;
  • insalata: preziosissima perché ha un apporto calorico estremamente limitato e fornisce inoltre volume e forte potere saziante;
  • finocchi: un ortaggio che combatte la stitichezza e favorisce la digestione;
  • carote: ricche di vitamina A, sono importanti per la salute della pelle.

Insalate e verdure vanno poi sempre condite con olio extravergine  di oliva, un antiossidante ricco di tocoferolo che combatte l’invecchiamento del nostro organismo, aiutandoci ad eliminare le scorie metaboliche.


Sul fronte della frutta, invece, non dimenticate di acquistare questa salutare lista di ingredienti:

  • arance: importantissime per la vitamina C, sostanza che aiuta il sistema immunitario a difenderci da influenza e malanni di stagione;
  • mele: contengono poche calorie e sono d’altro canto ricche di potassio e sodio, che regolano la colesterolemia svolgendo un’azione antidiarroica;
  • pere: un buon potere saziante che, unito alla presenza di zuccheri semplici, acqua e fibre, ne fanno un alimento importante per quanti soffrono di intestino pigro;
  • kiwi: indicatissimi per regolare le funzioni intestinali.