Lato B, perché gli esercizi personalizzati hanno senso?

martedì 12 maggio 2015 Lifestyle

Le forme del gluteo cambiano da donna a donna, ecco perché è importante prendere in considerazione esercizi e attività specifiche, a seconda delle proprie caratteristiche fisiche.

Prima di scoprire insieme gli allenamenti più adatti ad ogni lato B, è importante fare una premessa. Molto spesso i risultati di tante ore di fatica in palestra non sono quelli sperati. Questo avviene, il più delle volte, perché il lato B necessita di un carico importante per essere stimolato e quindi tonificato, oppure perché pratichiamo troppe ripetizioni con macchinari che non agiscono dove dovrebbero.
È invece importante comprendere che il gluteo, una vasta area muscolare, necessita di movimenti precisi e mirati, che escludano la sollecitazione di altre parti del corpo.
Gli esercizi fondamentali sono quattro e parliamo di allenamenti che vanno eseguiti con grande precisione: squat, affondi, stacchi a gambe tese e step up (la salita sul cubo).

Qual è la forma del tuo lato b? Una manciata di consigli tailor made
In un precedente articolo dedicato al body shape, avevamo delineato e raccontato le forme delle rotondità femminili, diverse da donna a donna. Anche per i glutei vale lo stesso discorso, per questo è importante differenziare gli esercizi e l’atteggiamento sportivo.
Se il nostro lato b è tondo e pieno, è importante non rinunciare a rassodarlo, perché il rischio è quello che si appesantisca e lieviti sensibilmente. Via libera quindi agli squat, da praticare con l’utilizzo di una panca o di un tavolino, specie se siete principianti.
Chi invece rientra nella categoria del gluteo a cuore, molto femminile e allungato fino alle anche, dovrà tenere sotto controllo la cosiddetta culotte de cheval, che può essere nemica del nostro shape se troppo pronunciata. I cuscinetti adiposi si sconfiggono a partire dall’alimentazione. È importante bere molto e ridurre la quantità di sale ingerita. In questo caso gli esercizi mirati da svolgere includono: gli affondi con pesi, le estensioni con gamba verso l’alto e gli squat.
Per il lato b quadrato e piatto - con larghezza uguale a quella del girovita - è invece consigliabile allenare i muscoli estensori del busto e quelli flessori della coscia. Per farlo, i movimenti da preferire sono estensioni del busto e sit up.

Come eliminare definitivamente l’adiposità localizzata?
General Project, azienda leader nella progettazione di macchinari estetici, ha messo a punto un apparecchio ad ultrasioni per trattare la cellulite. Si tratta di Med²Contour, il più sicuro ed efficace sistema medicale non invasivo per il trattamento di adipe e inestetismi localizzati. L'effetto cavitazionale dell'emissione ultrasonica, sommato al massaggio linfodrenante produce l'eliminazione delle scorie di grasso e dei liquidi, e una conseguente riduzione di massa grassa. Il volume delle aree trattate diminuisce sensibilmente, sin dalla prima seduta.