Body shape: mela o pera? Ecco cosa fare

giovedì 3 aprile 2014 Estetica

A pera, a mela o a grissino: siamo soliti classificare le forme femminili prendendo spunto da cibi e oggetti. L'adipe si localizza in varie parti del corpo: ogni rotondità, per essere smaltita, chiede un'alimentazione specifica e un'attività sportiva idonea.

In termini tecnici si chiama conformazione corporea, ma siamo soliti riferirci alle forme fisiche femminili tirando in causa mele o pere oppure, perché no, i grissini.
È piuttosto interessante gettare un occhio alla storia della medicina, per meglio comprendere come e quando ha avuto inizio questa classificazione morfologica.
L'anno era il 1950 e il diabetologo francese Jean Vague introduceva una distinzione fondamentale: l'obesità androide e quella ginoide.
Se la prima è più frequente negli uomini e si caratterizza per una concentrazione del tessuto adiposo nelle regioni toracica, addominale, dorsale e cerviconucale, la seconda interessa principalmente le donne e si denota per una distribuzione di adipe principalmente focalizzata nella metà inferiore dell'addome, nei glutei e nelle zone femorali. Benché siano passati diversi anni dalla distinzione introdotta dal medico francese, poco è cambiato in termini di percezione di rotondità e magrezza.
Oggi come ieri le donne combattono contro la cellulite localizzate per dimagrire, rassodare e snellire.

Conoscere il proprio corpo aiuta a meglio comprendere come ottenere in modo più semplice ed efficace i risultati sperati. La prima domanda da porsi, quindi, è: che tipo di corpo hai?

Sinuosità a clessidra.
L'identikit della forma a clessidra è facilmente individuabile: spalle e fianchi allineati o questi ultimi più abbondanti e un punto vita molto stretto. Per questo fisico le zone critiche sono quelle di glutei e fianchi. Obiettivo principale dovrebbe dunque essere quello di mantenerli quanto più possibile in linea con le spalle, onde evitare sproporzioni. Per farlo è consigliabile cercare di ridurre al massimo ogni problema di ritenzione idrica, causa primaria della cellulite, una tendenza ormonale caratterizzante per questo tipico di fisico.
Sul fronte alimentare è consigliabile preferire un'alimentazione povera di sale e zucchero, ma ricca di frutta, verdure e proteine. Cruciale anche il ruolo dell'acqua, importante per depurare e drenare.
Le attività sportive più indicate sono invece quelle da effettuare in piscina: nuoto e acquagym tonificano la parte inferiore del corpo. Bene anche marcia o bici. I messaggi linfatici sono altrettanti salutari, così come il gommage e l'idratazione delle gambe.

La donna mela
Fisico che ricorda le forme del frutto, in questo caso la conformazione si caratterizza per un girovita sostenuto. Il ventre è il principale tallone d'Achille: qui tendono ad accumularsi adipe e grasso e questa è la zona da tenere maggiormente sotto controllo.
La risposta in questo caso sono gli addominali, da svolgersi a cadenza quotidiana. Anche la corsa rappresenta un buon esercizio, perché aiuta a bruciare e a perdere centimetri in fretta. Per quanto riguarda il regime alimentare, invece, è consigliabile ridurre sensibilmente l’apporto calorico e preferire alimenti ricchi di fibre ed evitare prodotti industriali.

Senza forme
Girovita pressoché inesistente, spalle e fianchi allineati. Gli intenti qui si concentrano nel punto vita, la cui assenza può essere nascosta puntando tutto su spalle, pettorali e valorizzando glutei e seni. Squat e affondi sono particolarmente indicati. A tavola è invece bene privilegiare le proteine, che risvegliano il metabolismo.

Come una pera
Un lato b generoso, fianchi abbondanti e spalle particolarmente strette delineano i contorni di questa conformazione fisica. L'adipe, per questo genere di fisicità, tende a concentrarsi su glutei e fianchi. Tipica è poi la culotte de cheval, quell'antiestetico accumulo adiposo situato tra il gluteo e i muscoli dell'esterno coscia. Come per la conformazione a clessidra, anche in questo caso occorre tenere sotto controllo la cellulite. I consigli da seguire sono quelli del fisico a clessidra, prestando però particolare attenzione ai cuscinetti adiposi: idratarsi molto, fare jogging e mangiare molta frutta e verdura sono le parole chiave.

Per combattere in modo efficace la cellulite localizzata General Project progetta e realizza macchinari per il body contouring che lavorano sulla porzione di tessuto interessata, producendo un’evidente perdita di centimetri e contribuendo a migliorare l’aspetto cutaneo. 3 i sistemi tecnologici messi a punto: ultrasuoni, linfodrenaggio e massaggio.