Quando l’abbronzatura lascia (più di) un segno: come dire addio alle macchie sulla pelle

lunedì 18 luglio 2016 General Project

In estate quello per una tintarella luminosa e omogenea è un desiderio che accomuna tante persone. L’esposizione al sole può avere però dei risvolti anche negativi per la pelle.

Un esempio? La comparsa di antiestetiche discromie su viso e corpo. In altre parole, macchie, un antipatico ricordo lasciato da scarsa attenzione e da un'abbronzatura selvaggia. Per rigenerare i tessuti in profondità, uniformare l’incarnato e cancellare queste ombre, occorre in primo luogo stare attenti sotto l’ombrellone, ricorrere ad una sana alimentazione e a buone pratiche di detersione. E se proprio non se ne volessero andare? Per liberarsene esistono differenti trattamenti per il viso, basta scegliere quello giusti.

MC1 Multipower: ultrasuoni e radiofrequenze per una pelle elastica e uniforme

MC1 Multipower è dotato dell’innovativo manipolo “Body Shape and Tight”, l’ultima novità in fatto di tecnologie per il modellamento del corpo e lifting del viso.

Il manipolo “Body Shape and Tight” è composto da un disco su cui sono collocati tre trasduttori ultrasonici circolari con attivazione sequenziale, ciascuno operante come singola fonte di ultrasuoni.

L’attivazione in sequenza permette di sfruttare gli impulsi al massimo livello di potenza, emessi a turno da ciascun trasduttore, producendo un senso di “picchiettio” sull’area oggetto del trattamento.

L’azione del manipolo “Body Shape and Tight” di MC1 Multipower favorisce il miglioramento della texture della pelle e la riorganizzazione dello strato cutaneo sottostante, oltre a rendere più uniforme il tono del viso, grazie all’induzione dei processi vasoattivi, e ad aumentare le fibre di collagene.

Il manipolo “Body Shape and Tight” impiega inoltre la radiofrequenza, che rafforza e migliora l’azione del trattamento ad ultrasuoni. Infatti, il campo elettromagnetico tripolare applicato sull’inestetismo genera calore sull’area oggetto del trattamento, aumentando la temperatura interna di quest’ultima.
Questa reazione produce una denaturazione delle fibre di collagene e la loro conseguente riorganizzazione: esse diventano di fatto più corte e più spesse, con un consequenziale ed evidente effetto di rassodamento. La radiofrequenza agisce anche sul tono della pelle, migliorandone elasticità e uniformità, su cellulite e rilassamento dei tessuti.