Vestirsi di nuova pelle. La microdermoabrasione

martedì 30 aprile 2013 Estetica

Il corpo e le forme femminili sono state oggetto nel corso del cammino storico di visioni artistiche e ideali simbolici mutevoli e in costante trasformazione. Se nel Paleolitico la donna aveva contorni iconografici morbidi e una sinuosità che tendeva alla pinguedine, sappiamo bene che oggi la prosperità femminile, e la sua rappresentazione, sono cosa rara.

I valori estetici legati alla purezza dell'epidermide percorrono invece un cammino più rettilineo, a partire dall'Antica Grecia e dai suoi marmi levigati, per arrivare alla trasparente lucentezza della pelle rinascimentale, fotografata magistralmente nelle tele di Tiziano e Botticelli.

Ancora oggi la lotta alle impurità e agli inestetismi che interessano viso e corpo è per molte donne una battaglia consumata a colpi di pozioni, tonici e creme, con l’obiettivo di ottenere luminosità e purezza. La microdermoabrasione si inserisce in questo contesto, configurandosi come un trattamento vincente per la cura di numerose patologie.
Questa tecnica funziona come una vera e propria doccia di microparticelle di cristalli pulenti e purificati, capaci di eseguire un'esfoliazione delicata, volta a favorire l'eliminazione degli strati più superficiali dell'epidermide. Ad avvenuta rimozione dello strato corneo superficiale i microcristalli vengono aspirati insieme ai residui di cellule morte.
I tessuti rimossi attraverso speciali testine vengono sostituiti da nuovi e l'aspetto della pelle risulterà sensibilmente migliorato. La microdermoabrasione è il trattamento ideale per la cura di acne e cicatrici, proprio perché agisce producendo un rinnovamento sensibile dei tessuti cutanei.
Il risultato, visibile fin da subito, si tradurrà in una sensibile tonicità ed elasticità.
I trattamenti effettuati con i macchinari estetici e medicali di General Project agiscono anche per l'eliminazione di altri inestetismi come macchie, ispessimento della pelle, rughe piccole e profonde. La produzione di collagene - la più importante proteina strutturale del nostro corpo, nonché il principale elemento fibroso di pelle, tendini, cartilagini, ossa, denti, membrane e cornee - viene fortemente stimolata dalla dermoabrasione e questo fenomeno si traduce in un effetto di skin rejuvenation evidente, una gioventù ritrovata per la pelle del viso e del collo, bersagli primari dell’avanzamento dell’età.

Nemiche giurate della tonicità cutanea sono poi le smagliature, cicatrici dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma.
Queste atrofie dermo-epidermiche a strie tendono a comparire tra i 12 e i 16 anni, con picco massimo (60-90%) durante la gravidanza e tendono a manifestarsi sia per ragioni ormonali che per fattori meccanici, ovvero quando vi è una brusca variazione del pannicolo adiposo o della circonferenza di alcune parti del corpo.
La dermoabrasione è particolarmente efficace contro le smagliature perché agisce in zone specifiche del corpo, incoraggiando la crescita di nuova pelle nelle aree trattate.

Per trattamenti mirati di microdermoabrasione contro smagliature, rughe e altri inestetismi cutanei General Project mette a punto due macchinari altamente evoluti: Silk Peel, l'innovativo ed ergonomico macchinario controllato da un microprocessore e Face up, l'abrasore dotato di manipolo orbitale a micropulsazione meccanica.