Training per la pelle ai bagni di sole

giovedì 16 giugno 2016 Estetica

Il sole non è amico della pelle e per contrastarne l’invecchiamento è bene prepararla al sole usando alcuni accorgimenti, prodotti giusti e sana alimentazione.
Ecco i segreti dell’idratazione prima dell’estate.

Per liberarsi dall’incubo della depilazione si possono usare diversi macchinari.
Quelli più efficaci per una epilazione permanente sono quelli a luce pulsata come Med Flash II e laser come GP Fast. Ecco come funzionano.

Preparare la pelle al sole: consigli utili per un’abbronzatura sana e uniforme

Il sogno di ogni estate? Poter sfoggiare un’abbronzatura perfetta da capo a piedi, un “colorito” ambrato uniforme, che niente abbia a che fare con macchie, scottature ed eritemi solari. Missione impossibile? Non proprio: la regola d’oro è che “prevenire è meglio che curare”, dunque è basilare sapere come preparare al meglio la pelle al primo (di tanti) momenti al sole, seguendo questi pratici consigli.

La tintarella inizia a tavola.
Vari sono gli alimenti che possono coadiuvare il processo di abbronzatura, aiutando la pelle a proteggersi dall’azione negativa dei raggi solari. Tra questi, possiamo citare le carote, i peperoni, i pomodori, quest’ultimi ricchi di licopene, un potente antiossidante che contrasta l’azione dei radicali liberi, dunque l’invecchiamento cutaneo. Non può non essere citata, ovviamente, anche la frutta, come le pesche, il melone, l’anguria e le albicocche, non solo ricche di acqua ma anche di vitamine atte a favorire la produzione di melanina, che assicura un’abbronzatura uniforme e duratura.

Esfolia in profondità.
Fondamentale è mantenere la pelle adeguatamente ossigenata e detersa al meglio da tutte le impurità a cui è esposta quotidianamente. Utilizzate dunque un esfoliante a base biologica o uno scrub delicato che si applichino con un semplice gesto e che, con altrettanta semplicità, lascino la vostra pelle morbida, priva di cellule morte e pronta per catturare in modo “omogeneo” i raggi solari. Ottime anche maschere all’argilla o prodotti a base di zeolite, un minerale che, sostengono gli esperti, contribuisce a proteggere la pelle dai danni solari.

Idratazione a 360° gradi.
Dal viso, con maschere idratanti e lenitive, al corpo, attraverso lozioni o olii nutrienti, l’idratazione è essenziale prima e dopo qualsiasi esposizione al sole. Per prevenire la secchezza e l’aridità della pelle, è inoltre ottima abitudine bere circa 2 litri di acqua al giorno, reintegrando così i liquidi eliminati dalla sudorazione (non solo) estiva.

Labbra (sempre) da baciare.
A differenza del resto della pelle, le labbra non sono protette da uno strato di sebo, il che le rende incredibilmente vulnerabili. L’ideale, dunque, per chi intende godere di una bella tintarella è ricordarsi di mantenerle nutrite e idratate con prodotti e balsami ad-hoc. I più consigliati? Quelli naturali, come il burro di karité, che aiutano anche a scongiurare gli herpes labiali.

Esposizione graduale e protezione adeguata.
Con l’avvicinarsi della stagione estiva, tutti desiderano una pelle subito dorata e baciata dal sole ma non abbiate fretta di abbronzarvi. Cercate, infatti, di esporvi ai raggi solari in modo graduale, senza esagerare ed evitando le ore di maggiore calura. Mai dimenticare, inoltre, di mettere la crema solare, scelta con cura a seconda del vostro tipo di carnagione, specie per i primissimi “bagni di sole”.