Ringiovanire con Face Up

martedì 11 ottobre 2016 Estetica

Dopo lunghe esposizioni ai raggi solari, la pelle, anche se adeguatamente protetta, può risultare stanca e poco luminosa. In questo periodo è dunque ideale intraprendere un percorso per ridarle tono e vigore, a cominciare da una sana alimentazione e da una corretta routine di pulizia del viso.

E se tutto questo non bastasse, ci pensa Face Up di General Project.

Siamo quello che mangiamo 
La bellezza della pelle passa prima di tutto dagli alimenti di cui ci nutriamo, ragion per cui una dieta equilibrata è il punto di partenza. Per una pelle più morbida, si consigliano tanti agrumi, kiwi, peperoni e broccoli. La vitamina C contenuta in questi frutti e ortaggi è basilare per la formazione di collagene, la proteina che supporta la struttura della cute.

Per stimolare la naturale protezione dai raggi solari, si rivelano molto utili mandorle, semi di girasole e olio d’oliva: questi alimenti sono infatti ricchi di vitamina E, potente antiossidante che protegge la pelle dai radicali liberi generati dai raggi ultravioletti.

Per una pelle più tonica, invece, è bene inserire nella propria dieta anche verdure rosse, arancioni e a foglia verde: carote, bietole, radicchio e spinaci sono ricchi di antiossidanti e betacarotene che il nostro organismo converte in vitamina A, essenziale per la produzione e il ricambio cellulare.

Pulizia del viso

Lo scrub resta in pole position. Una volta a settimana, abbiate dunque l’abitudine di esfoliare a fondo la pelle (con un trattamento ad essa specifico) per rimuovere le cellule morte in superficie che contribuiscono a “spegnere” la luminosità del volto, dando ad esso un colorito grigio ed un aspetto grinzoso.

Il secondo passo è detergere. E per pulire a fondo la pelle, eliminare ogni residuo di trucco, tossine e altre impurità, le acque micellari e latte detergente sono il top. La strada per una pelle luminosa richiede, infine, anche un’adeguata idratazione.
Questo non significa solo bere almeno 2 litri di acqua al giorno ma anche “coccolare” la pelle da mattina, con creme idratanti che non ungano, a sera con olii per la notte che ridiano elasticità, come quelli di mandorle o di avocado.

Face Up: la tecnologia al servizio della bellezza

Se una dieta bilanciata e i rimedi del beauty case non dovessero funzionare come desiderato, la tecnologia viene in soccorso con Face Up, il nuovo abrasore di General Project ideato ed ideale per trattamenti di ringiovanimento, skin tightening, riduzione delle rughe e peeling.

Face up è dotato di manipolo orbitale a micro-pulsazione meccanica.
La microdermoabrasione è effettuata con testine intercambiabili al carburo di silicio. Il movimento orbitale della testina permette di eliminare uno o più strati epidermici in ogni angolo del viso dando alla pelle un aspetto luminoso e compatto.

La micro-pulsazione contemporaneamente massaggia la pelle e stimola i muscoli facciali sottostanti migliorando la circolazione.
L’azione sinergica delle due tecniche, racchiuse in un unico manipolo, provoca la creazione di nuovo collagene. Piccolo, comodo, facile da usare Face up utilizza testine monouso di differente granimetria, garantendo la massima igiene e sicurezza, adattandosi a ogni tipo di pelle.