Pelle: ringiovanirla si può!

martedì 21 gennaio 2014 Estetica

I macchinari di General Project che sfruttano luce pulsata, laser e ossigenoterapia sono una soluzione vincente e indolore per ottenere risultati evidenti di ringiovanimento cutaneo.

La pelle è destinata a perdere quella naturale tonicità e freschezza tipica degli anni giovanili. Gli effetti sono quelli che tutti ben conosciamo: l'insorgere di rughe e macchie cutanee, il rilassamento dei tessuti. Forse, però, non tutti conoscono le ragioni di questa progressiva metamorfosi cutanea.

L'invecchiamento cutaneo è generato da un mix di cause naturali e non che, insieme, concorrono a farci perdere elasticità e tono.
La produzione di collagene diminuisce con l'avanzare dell'età, ed è proprio questa mancanza a provocare una minor coesione tra derma ed epidermide, e una conseguente perdita di liquidi. Il risultato è un epidermide secco e poco nutrito.
A questo si somma la crescente diminuzione di elastina e melanina,­ che donano compattezza alla pelle, proteggendola dalle sollecitazioni esterne. Questi processi, fisiologici e naturali, sono affiancati da cause esterne che ne intensificano o ne anticipano gli effetti.
Parliamo d’inquinamento, esposizione ai raggi solari o artificiali, ma anche stress e fumo.

Possiamo intervenire?
Benché non sia possibile arrestare un processo genetico, esistono una serie di accorgimenti che possono aiutarci a rallentarlo. Un’alimentazione equilibrata, ricca di vitamine, sali minerali e altri nutrienti importanti, ci aiuta sicuramente in questo senso.
Allo stesso modo, tenersi alla larga da fumo e alcool consente di evitare l'incremento dei radicali liberi, nemici della bellezza cutanea.

Cerchiamo risultati soddisfacenti?
La soluzione che fa al caso nostro si chiama Fotoringiovanimento (o PhotoRejuvenation), un trattamento non invasivo che stimola i fibroblasti e rigenera collagene ed elastina, andando a riempire le piccole rughe e aumentando in questo modo la tensione superficiale.

Quali soluzioni propone General Project?
I macchinari messi a punto da GP per trattamenti di ringiovanimento cutaneo sfruttano l'azione di diverse tecnologie: luce pulsata, laser e ossigenoterapia. L'effetto prodotto dalle apparecchiature è quello di un lifting naturale, che agisce laddove il rilassamento è più evidente.
Se il laser prende di mira la porzione di pelle interessata, producendo un effetto rigenerante, la luce pulsata sfrutta il fascio di luce per eliminare i segni del tempo.
Tutta la potenza rivitalizzante dell'ossigeno si trova invece racchiusa in Oxy System, il macchinario in grado di aumentare l’irrorazione sanguigna, migliorare il metabolismo cellulare e stimolare la produzione di collagene.