La cellulite è davvero una malattia? Conoscerla, per sconfiggerla.

martedì 1 marzo 2016 Estetica

Ha molti nomi, adiposis edematosa, dermopanniculosis deformans, liposclerosi, pannicolopatia edemato fibrosa… se ne sente parlare in tutti i contesti e non sempre in modo corretto. Ma è davvero una malattia? E come trattarla?

Ci sono opinioni controverse sul fatto che la cellulite sia o meno una malattia.
A fare chiarezza sono stati alcuni ricercatori che l’hanno definita una “malattia inventata” - già dal 1978 - in uno studio pubblicato su The Journal of Dermatologic Surgery and Oncology, “So-Called Cellulite: An Invented Disease”.
Certamente la cellulite può dipendere da fattori familiari e fattori ormonali che provocano un accumulo di grasso a livello sottocutaneo, da cui origina lo sgradito effetto “buccia d’arancia”, ma fra i fattori determinanti ci sono senz’altro cattiva alimentazione e brutte abitudini.

Quali sono i fattori che concorrono al suo sviluppo?
Tutto ciò che altera e blocca la circolazione può determinare lo sviluppo della cellulite: una vita troppo sedentaria, l’assenza di moto, l’abitudine a indossare un abbigliamento troppo stretto, che a lungo andare riduce il flusso sanguigno.
Quando la circolazione risulta compromessa, cellule e capillari non ricevono nutrimenti e adeguata ossigenazione e possono verificarsi delle infiammazioni, con conseguente perdita di tono e di elasticità dei i tessuti.
Già a questo primo stadio bisognerebbe correre ai ripari, correggendo le proprie abitudini.

Trascurando il problema, l'irrorazione sanguigna dei tessuti peggiora, i capillari diventano più fragili e anche un piccolo trauma può causare più importanti fuoriuscite di grasso, che alterano il tessuto collageno e rinforzano il tessuto adiposo, che diventa più duro, compatto e a volte doloroso. A questo punto è opportuno ricorrere a trattamenti specifici per riequilibrare l’assorbimento del grasso e riattivare la circolazione sanguigna.
Oltre a questo stadio infatti la cellulite può diventare un vero e proprio problema di salute, perché a sua volta ostacola la circolazione causando problematiche più importanti.

La cellulite può essere favorita anche da un sistema linfatico pigro. Come il sistema circolatorio, anche quello linfatico porta nutrimento, in particolare proteine, stimola la produzione di globuli bianchi e concorre a depurare l’organismo da liquidi in eccesso e dalle scorie.
Oltre a causare ristagni di linfa e problemi di salute, come ad esempio il linfedema, il cattivo funzionamento di questo sistema può provocare gonfiore, sovrappeso e cellulite.

Inutile dire che per contrastare la cellulite è opportuno adeguare il proprio regime alimentare, evitare diete drastiche e adottare sane e quotidiane abitudini, a cominciare dalla lista della spesa. Per riattivare la circolazione linfatica si può ricorrere ai massaggi e a una corretta attività sportiva. Sul fronte dei trattamenti viene in aiuto la moderna scienza tecnologica.

General Project ha messo a punto tecnologia efficace per sconfiggere la cellulite che sfrutta gli ultrasuoni per riattivare la circolazione e sbloccare i ristagni linfatici, una macchina specifica che si controlla tramite un touch screen molto intuitivo, attraverso cui selezionare il programma più adatto alle zone da trattare fra quelli preimpostati.

Grazie al doppio ultrasuono modulabile in bassa frequenza, MC1 di General Project agisce in profondità per trattare l’eccesso di adipe ed eliminare gli inestetismi della cellulite, con un benefico effetto su tutto il sistema linfatico.

Al di là degli evidenti benefici a livello estetico, l’azione profonda di MC1 previene i ristagni linfatici e migliora la circolazione sanguigna, a ciò si aggiunge un effetto molto distensivo anche al livello muscolare, di cui si può godere sin dalle prime sedute.
Come coadiuvante per mantenere i risultati ottenuti, è importante assumere molti liquidi - due litri al giorno di acqua oligominerali povera di sodio, tisane drenanti che favoriscono la diuresi - e camminare a passo spedito almeno 15 minuti al giorno.

Fra le apparecchiature elettromedicali per la cura di adiposità localizzate e cellulite, General Project ha messo a punto anche la tecnologia Med Contour, dispositivo a ultrasuoni a doppia azione brevettato, per un trattamento profondo ed efficace, mirato e indolore, che permette di effettuare trattamenti personalizzati a seconda delle specificità del problema della persona. In poche sedute è possibile ottenere miglioramenti visibili, in termini di riduzione dell’adiposità e dei centimetri, nonché un benefico effetto su tutto il sistema linfatico.