Dieci consigli per non ingrassare durante le feste

martedì 6 dicembre 2016 Estetica

Nelle feste, si sa, le ricette si fanno più golose e ci si concede qualche forchettata in più, di questo o quello. Il risultato? Addio buoni propositi e buongiorno a qualche antipatico chilo di troppo. 

Ma come tenere a bada le calorie e non ingrassare (troppo)? Ecco un piccolo vademecum con qualche consiglio per godersi al meglio le feste, anche a tavola.

1.Fatevi trovare preparati.
Se già nei giorni che precedono le feste, siete soliti non seguire una dieta equilibrata, sarà piuttosto difficile, a fronte delle mille, dolci tentazioni di Natale, non accumulare chili. Il consiglio è dunque quello di arrivare quanto più in forma possibile. Il primo passo? Più frutta e verdura, meno carboidrati complessi, zero bibite gassate e stuzzichini.

2.Le grandi “abbuffate” solo nei giorni di festa.
La cena della Vigilia, il pranzo di Natale e di Santo Stefano, il cenone di Capodanno, il 1° gennaio e l’Epifania. Sono queste, nel concreto, le occasioni di festa nelle quali sono concessi gli extra a tavola. In tutte le altre giornate, seppur il clima sia sempre festivo e festoso, optate per piatti leggeri e a prova di bilancia.

3.Alcolici a bada.
Quanto agli alcolici, meglio se limitati al brindisi della Vigilia e di Capodanno (e magari un paio di calici a Natale e a Santo Stefano). Spumanti, vini e liquori contribuiscono infatti ad aumentare il totale calorico giornaliero, col rischio di appesantirsi ancor di più tra un bicchiere e l’altro.

4.Attività fisica: sempre e comunque
Anche se nel completo relax delle feste (e delle ferie), non dimenticate l’esercizio fisico. Quest’ultimo è il miglior rimedio per tenere sotto controllo l’impennarsi dell’ago della bilancia e contrastare i chiletti di troppo dopo gli abbondanti pasti delle feste. L’imperativo è dunque uscire di casa: che sia la palestra, la piscina o una passeggiata (di almeno 30-40 minuti a passo spedito) o una corsetta (per 4-4,5 km), non fatevi mai mancare la giusta dose di attività fisica.

5.Metabolismo sempre attivo
Tra le spezie che tengono sveglio il metabolismo, immancabile è il peperoncino, che riduce anche la sensazione della fame, così come cannella, pepe nero e zenzero. Quanto alle verdure, mai senza i broccoli, depurativi e utili a eliminare le tossine, i carciofi, che tengono sotto controllo l’insulina e aiutano la perdita di peso. Capitolo frutta, da consumare ogni giorno mele, pere e agrumi: la vitamina C aiuta infatti a contrastare l’insorgere della fame. Pro metabolismo anche mirtilli e tè verde.

6.Di tutto un po’.
Se proprio capite di non riuscire a tenere a bada appetito e forchetta, cercate comunque di non eccedere nelle quantità. Ammesse e concesse quindi le piccole porzioni, in modo tale da assaggiare tutto, purché nelle giuste dosi. Niente bis però.

7. Puntate sul light.Natale leggero senza rinunciare al gusto? Per l’antipasto ci si potrebbe orientare sul pesce, ad esempio su anelli di calamaro, sfiziosi e veloci da preparare. Per il primo invece, consigliata una lasagna vegetariana o un tortino di riso guarnito con verdure. Il secondo di carne si può accompagnare a cavolfiori gratinati o, perché no, ad un’insalata di spinaci con uvetta e pinoli. E per il dolce? Scegliete la frutta, nella sua golosa veste di macedonia e crostata.

8.Evitate il digiuno
A differenza di quanto possiate credere, digiunare non è il rimedio giusto per smaltire gli sfiziosi piatti di pranzi e cene abbondanti. Questo perché, se a digiuno, l’organismo ne risentirà, “chiedendovi” di mangiare ancora e di più. Programmate invece pasti leggeri e altamente depurativi, come zuppe e minestroni.

9.No a calorie su calorie.
Quando a tavola, cercate di non aggiungere grasso al grasso. Al bando, dunque, pane e salse super elaborate, così come condimenti particolarmente pesanti. Attenti anche alla cottura: evitate fritture “impegnative”, in favore di cibi cotti al forno, griglia o al vapore.

10. Lontano dagli occhi, lontano dallo stomaco.
Terminate le feste natalizie, fate sparire ogni residuo di panettone, pandoro, panforte, pampepato e di qualsiasi altro dolce che abbia solcato la vostra tavola durante le feste.

La bilancia vi ringrazierà.